Interno-mob

Backstage con smartphone per un’intervista al vertice

C’ero già stata nella stanza del capo, quando Amato era ministro dell’Interno. Conoscevo quel divano di pelle bianca e il damascato color oro alle pareti. Questa volta, però, non si trattava di ricevere un saluto o un ringraziamento per il lavoro svolto. Si trattava di vincere una scommessa. I corridoi del Viminale sono lunghissimi: qualche … Continua a leggere

Drago

Il corso del Formez PA come una bella favola

C’era una volta, in un paese del Sud Europa immerso nel Mar Mediterraneo e nella crisi economica, un gruppo di impiegati della pubblica amministrazione. Dopo lunghi anni trascorsi a palazzo nella frustrazione per il loro lavoro, un bel giorno questi disgraziati trovarono una chiave magica. Si trattava della “chiave-che-apre-tutte-le-porte”, quella che poteva spalancare anche il … Continua a leggere

Cerino in mano

Dodici candeline per la legge 150/2000, duemila giornalisti degli uffici stampa con il cerino in mano

Era il 7 giugno del 2000 quanto la legge 150 fu approvata. Avrebbe dovuto regolamentare il personale che si occupa di comunicazione e informazione all’interno della pubblica amministrazione. Ma ogni anno, da dodici anni, se ne celebra la mancata attuazione. Oltre duemila giornalisti aspettano ancora la definizione giuridica del loro ruolo: non sono giornalisti professionisti, perché hanno un contratto nel pubblico impiego, e non rientrano nei ruoli della pubblica amministrazione perché svolgono esclusivamente attività giornalistica. Figure inquiete, ma silenti, i comunicatori pubblici restano in balia dei sindacati, dell’Aran e della Funzione pubblica. Raramente qualcuno si fa sentire, come ha fatto ieri il … Continua a leggere

"Quando le RP diventano social"

“Quando le PR diventano social”, dal worshop novità, sperimentazione e speranze

È ormai evidente che i social media stanno cambiando il modo di relazionarsi con i pubblici di riferimento: l’ufficio stampa non può più parlare con la sola voce del comunicato, l’ufficio marketing non può fare a meno di verificare il gradimento e chiedere l’intervento diretto del consumatore. Nuovi strumenti di misurazione dell’utenza permettono analisi quantitative e qualitative sempre più specifiche e la possibilità di intercettare pubblici sempre più particolari con una comunicazione efficace e mirata. Mentre per alcuni queste novità sono state percepite come opportunità, per altri, soprattutto per la … Continua a leggere

Immagine Huffinghton Post

Il giornalismo on line vince il Pulitzer, ma c’è chi decreta già la sua morte

Era già accaduto nel 2010 che il Premio Pulitzer si accorgesse del web. Allora aveva premiato ProPublica, un sito specializzato in inchieste su temi di interesse pubblico, per il lavoro della dottoressa, nonché giornalista, Sheri Fink sul trattamento riservato ai malati negli ospedali dopo il passaggio dell’uragano Katrina. E se allora poteva sembrare quasi una … Continua a leggere