“Il Cavaliere e la Regina”

Cavalier fuggito, è così che hai assolto i tuoi doveri?
Sei tornato, ma più volte ripartito: in tutto questo tempo, dimmi Cavaliere innamorato, in quante lune hai letto il profilo della tua Regina?

Ti sei avvicinato a lei fino a poter sfiorare i segni bizzarri che il tempo ha lasciato sul suo viso facendone maschera d’avanspettacolo. Eppure, Cavaliere ingeneroso, non hai allungato con pietà il tuo sguardo.

Non ti sei accorto nemmeno che il Re è da tempo nudo, amico Cavaliere, e che nessun abito può più nascondere quella ingenua e inerme tenerezza in cui molti hanno bivaccato e dove oggi il germe della rabbia sta facendo scempio.

Cavaliere solitario, inossidabile e fragile, hai pur sempre avuto un’impalpabile armatura; forse sta cadendo a pezzi e magari è tempo di riporla per mostrare quel complicatissimo, geniale e semplice essere umano che un tempo abbiamo amato, persino quando era impossibile da capire.

Ma in questi giorni incerti e velocissimi, che più non ci appartengono, in cui un amore nasce e muore nel tempo di una goccia di rugiada, ti immagino ancora protetto dal tuo scudo fatiscente, con la spada levata al cielo, in attesa dell’ora.
E ti immortalo così, come uno dei miei più cari miti: quello del “Cavaliere per sempre”.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: