Dodici candeline per la legge 150/2000, duemila giornalisti degli uffici stampa con il cerino in mano

Cerino in mano

Era il 7 giugno del 2000 quanto la legge 150 fu approvata. Avrebbe dovuto regolamentare il personale che si occupa di comunicazione e informazione all’interno della pubblica amministrazione. Ma ogni anno, da dodici anni, se ne celebra la mancata attuazione. Oltre duemila giornalisti aspettano ancora la definizione giuridica del loro ruolo: non sono giornalisti professionisti, perché hanno un contratto nel pubblico impiego, e non rientrano nei ruoli della pubblica amministrazione perché svolgono esclusivamente attività giornalistica. Figure inquiete, ma silenti, i comunicatori pubblici restano in balia dei sindacati, dell’Aran e della Funzione pubblica. Raramente qualcuno si fa sentire, come ha fatto ieri il … Continua a leggere